27 FEBBRAIO 2022 VIII DOMENICA T. O. – Anno C

Siracide 27,5-8; Salmo 91 (92): 1 Cor 15,54-58; Luca 6,39-45. Salmo 18, 27
Giudicare il passato, guardare “la pagliuzza che è nell’occhio del fratello e non accorgerci della trave che è nel nostro occhio” è dannoso ed errato, considerando che “quando un uomo discute, ne appaiono i difetti”.
Il non giudicare include la prudenza nell’accogliere parole che non siano parola di Dio: “Non lodare nessuno prima che abbia parlato” e, secondo il salmista, è urgente la scaltrezza: “con l’uomo puro tu sei puro, con il perverso tu sei astuto” (non ti fai ingannare). “Il modo di ragionare è il banco di prova per un uomo” e le azioni concrete e il comportamento svelano l’autenticità e la coerenza del discepolo. (altro…)

20 FEBBRAIO 2022 VII DOMENICA T. O. – Anno C

1 Sam 26,2.7-9.12-13.22-23; Salmo 102 (103); 1 Cor 15,45-49; Luca 6,27-38
Del Vangelo di Luca 6,27-38 si può pensare di togliere qualche parola perché caduca?
Certo si può pensarla diversamente dal Vangelo: “amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi trattano male” non è condivisibile da tutti.
Gesù chiede, ai suoi amici, di compiere scelte oltre ogni limite umano: “A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l’altra. Da’ a chiunque ti chiede, e a chi prende le cose tue, non richiederle indietro”.
E’ da stolti essere chiamati a porgere la guancia per un secondo schiaffo dopo averne immotivatamente ricevuto uno? (altro…)

13 FEBBRAIO 2022 – VI DOMENICA T. O. – Anno C

Geremia 17,5-8; Salmo 1; 1 Corinzi 15,12.16-20; Luca 6,17.20-26
Difficoltà nel capire il Vangelo o difficoltà nell’accogliere il Vangelo?
«Maledetto l’uomo che confida nell’uomo» se legge e pratica il Vangelo «allontanando il cuore dal Signore”.
Il cristiano non ha alcunché di esclusivamente umano perché la capacità di continua resurrezione dipende dall’essere immagine di Dio: “Cristo è primizia di resurrezione per coloro che sono morti”.
«Benedetto», quindi, «l’uomo che confida nel Signore e il Signore è la sua fiducia».
Le beatitudini sono il cuore del Vangelo: domandando al Signore la fedeltà della croce, aprono alla resurrezione.
La Parola nelle Beatitudini non è da spiegare: è da accogliere. (altro…)

LETIZIA MARIOTTI ED IL MARITO SERGIO FORNAI TORNANO NELLA TUSCIA VITERBESE, IL DOPO FESTIVAL CRISTIANO

Pubblicato da Giancarlo Guerra in Blog Toscanella · 9/2/2022 
“Bella esperienza, originale e profonda, in un clima sereno e di amicizia”.
Il primo Festival della Canzone Cristiana a Sanremo lascia il segno nella Tuscia: “un’esperienza bellissima” dicono Letizia Mariotti e suo marito Sergio Fornai di ritorno dalla Kermesse cristiana sanremese. “In un clima sereno, dove la competizione non si sentiva affatto, abbiamo pregato cantando in un unico coro, mangiato insieme, assistito a Sante Messe e condiviso esperienze e storie di vita parlando di musica che esprime la propria fede in Dio”.
Il primo Festival della Canzone Cristiana 2022 ha colpito nel segno entusiasmando gli artisti e migliaia di radioascoltatori e telespettatori di Radio Vaticana, di Tele Padre Pio e di tante altri emittenti televisive e radiofoniche italiane che si sono collegate con Villa Clotilde di Sanremo mostrando attenzione e curiosità verso questa nuova iniziativa dalla Città della Musica e dei Fiori. leggi tutto l’articolo

TUSCANIA – LETIZIA MARIOTTI AL FESTIVAL DELLA CANZONE CRISTIANA DI SANREMO: LA MUSICA PER RITROVARE IL SENSO DELLA VITA

Pubblicato da EtruriaNews in Blog Toscanella · 6/2/2022 
“Dopo tanto dolore questo sarà per noi un momento di gioia”
Da sempre attiva insieme alla famiglia nella compagnia teatrale dell’ oratorio di San Luigi
TUSCANIA – La tuscanese Letizia Mariotti è arrivata in finale alla prima edizione del Festival della Canzone Cristiana 2022 che si svolgerà a Sanremo.
Canterà un brano inedito intitolato “Ecco, la conversione” di Letizia, Sergio e Pietro Fornai, nato in famiglia dall’ispirazione del marito al pianoforte, dal gusto musicale del figlio alla chitarra elettrica e dalla collaborazione artistica e tecnica esterna di Leonardo Metz.
La canzone cristiana è di casa per la famiglia di Letizia visto l’impegno oratoriale intrapreso da anni nella realizzazione dei Musical tuscanesi d’ispirazione cattolica, originali, messi in scena dalla Compagnia di Teatro Musicale dell’Oratorio San Luigi. A dare il nome alla nota Compagnia di Teatro Musicale di Tuscania infatti è proprio il figlio Paolo Fornai, primogenito dei coniugi Letizia e Sergio e fratello di Pietro, purtroppo volato in Cielo diciannovenne quattro anni fa per una grave malattia. Leggi l’intero articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi