Don Steno Santi

On Tuscia – il quotidiano della Tuscia on line lo ricorda con un toccante articolo di Mauro Loreti
Nacque a Tuscania il 21 novembre 1927. Dopo gli studi molto approfonditi il 26 giugno 1950 fu ordinato sacerdote dal vescovo Adelchi Albanesi nella basilica di San Pietro a Tuscania. Fu canonico della cattedrale di San Giacomo Apostolo il Maggiore e fu chiamato a Viterbo dove fu vicerettore del Seminario Interdiocesano, poi viceparroco di sant’Angelo in Spatha, e quindi Direttore spirituale nel Seminario. Insegnò Religione in molte scuole superiori. In seguito fu Rettore del seminario regionale della Quercia. Finalmente nel 1976 fu Parroco del Sacro Cuore a Tuscania e nel 1984 della cattedrale di san Giacomo. Ritornano alla mente le sue belle parole, il suo esempio e la sua testimonianza cristiana. (altro…)

02 GENNAIO 2022 II DOMENICA DOPO NATALE

Siràcide 24,1-4.12-16; Salmo 147; Efesini 1,3-6.15-18; Giovanni 1,1-18
All’inizio della epoca biblica il Dio di Israele, “per mezzo di Mosè, dette la Legge”.
“La grazia e la verità” vennero, però, dopo secoli, “per mezzo di Gesù Cristo: in Lui il Padre ci ha scelti prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati di fronte a lui nella carità, predestinandoci a essere per lui figli adottivi”.
La Sapienza annuncia a quanti accolgono Gesù di poter divenire figli di Dio: di questo possiamo vantarci e proclamare la sua gloria.
Dio, nessuno lo ha mai visto: Gesù, il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre, è lui, lui stesso, che lo ha rivelato ed ha annunciato. Il Verbo si fece carne, lo chiamammo Gesù, venne ad abitare in mezzo a noi.
Se non avesse parlato Gesù, nulla conosceremmo del nostro Dio, Padre, Figlio, Santo Spirito.
Nel Figlio, Gesù è la vita, la luce degli uomini; i malvagi avrebbero voluto spegnerla innalzandolo sulla Croce, ma le tenebre non l’hanno vinta. (altro…)

01 GENNAIO 2022 MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO

Numeri 6, 22-27; Salmo 66 (67); Gàlati 4,4-7; Luca 2,16-21

Al centro una Donna perché sia un Buon Anno!

Dio inviò il suo annuncio; Maria lo accolse e insegnò ad invocare Dio come “Padre!”.
Per la accoglienza di Maria al dono del Padre ogni persona “non è più schiavo, ma figlio”.
I pastori (gli unici, loro soli) andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il Bambino;
tornati dalla visita, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti si stupirono.
“Maria custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore”.
Come nel Cenacolo, al centro una Donna. (altro…)

DOMENICA 26 DICEMBRE 2021 S. FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE – Anno C

1 Samuèle 1,20-22.24-28; Salmo 83 (84); 1 Gv 3,1-2.21-24 Lc 2,41-52

Gesù, insolitamente disubbidiente, senza che i genitori se ne accorgessero, rimase a Gerusalemme.
Nella realtà, come nella profezia, Gesù “era ancora un fanciullo e si introdusse nel tempio del Signore”.
Come educare i credenti a divenire famiglia di Dio?
La Madre è decisa nel dialogo: “Figlio, perché ci hai fatto questo?”.
Il Padre è custode: “Tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo”.
Il Figlio è in attesa di libertà: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?».
Quale è il senso della libertà dei Figli di Dio? (altro…)

SABATO 25 DICEMBRE 2021 – Natale di Gesù Cristo, Figlio di Dio, Figlio dell’Uomo

Il “segno” dell’annuncio della Parola che si fa Carne nella persona di Gesù va ben oltre la collocazione tradizionale della data del 25 dicembre.
La Buona Notizia viene data con tenere parole: “Figlio mio, è apparsa la grazia di Dio: su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse”.
Il Padre è riuscito a ridestare quello stupore sopito che traspare dagli occhi apre il cuore e la bocca: “Hai moltiplicato la gioia, hai aumentato la letizia. Perché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio”.
Sentimentalismi con i quali si “ammaestra” il popolo perché supinamente esegua ordini?
No: un tempo, un luogo, una storia precisi e inconfutabili danno sostanza alla storia: “Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria”. (altro…)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi