FESTA DELLA CANDELORA Martedì 2 Febbraio

il suo profondo significato religioso
La Candelora, celebrata il 2 febbraio, è carica di un profondo significato religioso. Scopriamo quale:
Il 2 febbraio, conosciuto più comunemente come giorno della Candelora, la Chiesa Cattolica ricorda la Presentazione di Gesù al Tempio e il rito della Purificazione della SS. Vergine Maria, narrati nel Vangelo di Luca (2.22-39). Secondo la legge di Mosè ogni primogenito maschio del popolo ebraico era considerato offerto al Signore, ed era necessario che dopo la sua nascita i genitori lo riscattassero con l’offerta di un sacrificio. Inoltre, secondo la stessa legge di Mosè, una donna era considerata impura, indipendentemente dal fatto che il nuovo nato fosse il primogenito o no: l’impurità durava 40 giorni se il figlio era maschio e 66 giorni se era una femmina. Il 2 febbraio cadeva, appunto, 40 giorni dopo il 25 dicembre, nascita di Gesù. Fu in quella data che Maria e Giuseppe portarono Gesù al tempio di Gerusalemme per compiere quanto stabilito dalla legge ebraica. (altro…)

Celebrazioni giorno di S. Antonio

Carissimi fedeli domenica 17 Gennaio, come da antica tradizione, celebriamo la Festa di Sant’Antonio Abate. Nella nostra terra di Maremma questo santo è stato sempre venerato dai contadini e dagli allevatori di bestiame per il legame che la devozione attribuisce al santo come protettore degli animali domestici e di allevamento. Anche quest’ anno, nonostante la pandemia, celebreremo la festa liturgica del santo al quale chiederemo la protezione in questo momento difficile e di prova per il virus che semina anche nella nostra città morti e contagiati. Pregheremo per tutti i malati e ricorderemo tutti i defunti. Naturalmente nella Chiesa di Santa Maria del Riposo dove celebreremo le sante Messe delle 10:30 delle 11:30 e delle 17:30; rispetteremo tutte le regole che ci vengono suggerite dallo Stato.
Dopo la santa Messa delle 10:30, causa covid, onde evitare assembramenti, non sarà impartita la consueta benedizione agli animali sul sagrato della chiesa.

17 GENNAIO S. ANTONIO ABATE

Sant’Antonio Abate, l’eremita che strappa i peccatori dal fuoco infernale è festeggiato in tutta Italia e visse centenario da anacoreta. Considerato protettore dei maiali, in suo onore vengono accesi enormi falò, in omaggio alla capacità del Santo di strappare dalle fiamme dell’inferno le anime dei peccatori. Sant’Antonio abate è uno dei più illustri eremiti della storia della Chiesa. Nato a Coma, nel cuore dell’Egitto, intorno al 250, a vent’anni abbandonò ogni cosa per vivere dapprima in una plaga deserta e poi sulle rive del Mar Rosso, dove condusse vita anacoretica per più di 80 anni: morì, infatti, ultracentenario nel 356. (altro…)

DON UGO E’ TORNATO ALLA CASA DEL PADRE

Siate pronti , e vigilate il Signore verrà…..nel cuore della notte …..o alle prime luci del giorno! Queste parole ci invitano ad essere sempre pronti per andare incontro allo sposo.Don Ugo un Sacerdote attento,preciso ma soprattutto di cultura.Le sue omelie a volte piene di umorismo denotavano una profonda spiritualità. (altro…)

MORTE DI DON UGO FALESIEDI

NOTA n°1 del 07 gennaio 2021

Il cordoglio del vescovo Lino e dell’intera chiesa diocesana di Viterbo
A causa del Coronavirus, contratto pochi giorni prima di Natale, ieri sera, poco prima della mezzanotte, ci ha lasciati don Ugo Falesiedi, Parroco di San Lorenzo Nuovo.
Il Vescovo, l’intero Presbiterio e i fedeli delle varie comunità che ha servito in questi anni piangono la scomparsa di un sacerdote di alto spessore umano, culturale e spirituale e nello stesso tempo ringraziano il Signore di averlo donato alla nostra Chiesa come pastore sempre attento e sollecito del bene di chi è stato affidato alle sue cure pastorali. (altro…)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi