La Confessione e la Comunione a Pasqua assumono valore di liberazione dal Male!  La Grazia opera in modo potente nei giorni del Triduo pasquale. La Quaresima è un periodo segnato dalle pratiche del digiuno, della carità e della preghiera. Rinunce, sacrifici sono gli strumenti che il fedele compie per preparare più degnamente il cuore alla Pasqua, per partecipare alla salvezza che Cristo ci ha donato gratuitamente.
Per dare l’opportunità a tutti coloro che desiderano celebrare con calma questo importante Sacramento noi sacerdoti ci mettiamo a disposizione in diversi giorni ed orari:
mercoledi 10 Aprile alle ore 20:00 presso la Chiesa del Sacro Cuore.
giovedi 11 Aprile la mattina dalle ore 9:00 alle 12:00 presso la Chiesa di N. S. di Lourdes,
la sera dalle 17:30 alle 19 presso la Chiesa di San Marco.
Il tempo della Quaresima è tempo propizio di penitenza e riconciliazione. Che cosa possiamo fare per vivere al meglio questo tempo, sapendo che molti dei cosiddetti “poco praticanti” si avvicinano alla Chiesa in queste grandi occasioni?
Innanzitutto ringraziamo il Signore che, almeno nei tempi forti ed in occasione della domenica delle Palme (in Passione Domini) e della Santa Pasqua, molti fedeli sentono la necessità di avvicinarsi ai sacramenti. Certamente questa è ancora un’eredità dell’antica formazione dottrinale, secondo la quale era necessario confessarsi almeno una volta l’anno e comunicarsi almeno a Pasqua. In un contesto ancora culturalmente del tutto cristiano, erano certamente indicazioni utili. Oggi si tratta di comprendere l’enorme distanza che può crearsi tra fede e vita e, non sprecando queste occasioni tradizionali di riavvicinamento, trasformarle in “nuove partenze” per la fede. Fermo restando che la Confessione sacramentale è la sola vera ripartenza per ciascuno di noi! In ogni confessione il battezzato viene interiormente rinnovato, e la sua vita spirituale riparte, con tutti gli infiniti doni di grazia, che il Sacramento porta.
Perché la Chiesa insiste sulla confessione e sulla comunione pasquale?
La Pasqua è il centro dell’anno liturgico perché è il centro della nostra fede. Il fatto della Risurrezione di Gesù, della quale gli Apostoli sono testimoni è alla radice dell’esistenza stessa del cristianesimo e solo alla luce della risurrezione si comprende l’identità divina di Gesù nostro Salvatore. La Confessione e la Santa Comunione hanno sempre uno straordinario valore capace di rinnovare l’uomo, perché sono il vero incontro con il Cristo Risorto e vivo, ma celebrate a Pasqua hanno un valore spirituale e liturgico fortissimo. Perché non c’e aiuto più grande per l’uomo nella lotta contro lo spirito del male.
Il peccato mortale è sempre una schiavitù, ed ogni volta che il sacerdote pronuncia la formula di assoluzione, il fedele è liberato dalla morsa del maligno e reintrodotto nella comunione piena con Dio. Nei giorni santi del Triduo pasquale, la grazia opera potentemente ed il demonio sia, altrettanto potentemente sconfitto. Consapevole di tutto questo, la Chiesa invita a compiere questo incontro sacramentale con Cristo e ci ricorda che solo allora vivremo veramente la Pasqua.
Noi Sacerdoti siamo disponibili per mediare questo incontro meraviglioso con Cristo che con la sua misericordia vuole riconciliarci con Dio. Approfittiamo!
Per dare l’opportunità a tutti coloro che desiderano celebrare con calma questo importante Sacramento noi sacerdoti ci mettiamo a disposizione in diversi giorni ed orari:
• mercoledi 10 Aprile alle ore 20:00 presso la Chiesa del Sacro Cuore.
• giovedi 11 Aprile la mattina dalle ore 9:00 alle 12:00 presso la Chiesa di N. S. di Lourdes,
• la sera dalle 17:30 alle 19 presso la Chiesa di San Marco.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi